Chimichurri: un nome, 1000 ricette!

Chimichurri: un nome, 1000 ricette!
settembre 02 19:36 2018 Stampa Questo Articolo

Il Chimichurri è una deliziosa salsa verde a base di olio di oliva, prezzemolo, origano e aglio, che accompagna le carni alla griglia, il churrasco, il chorizo e altre specialità, è originaria di Argentina e Uruguay, ma è molto popolare anche in altri Paesi sudamericani e se ne trovano tracce fin in Nicaragua.

L’origine di questa salsa dal retrogusto leggermente amarognolo e piccante, che si sposa alla perfezione con certi tipi di carne, si perde nel tempo.

Sembra, addirittura, che ad inventarla sia stato un certo Jimmy McCurry, irlandese al seguito delle truppe del Generale Ospina nel XIX secolo. La sua ricetta ebbe un successo tale da essere tramandata e divenire subito popolare fra gli autoctoni che, però, facevano fatica a pronunciare un nome così esotico ed ecco quindi che, di bocca in bocca, è divenuto Chimichurri.

In ogni caso la grande popolarità della ricetta ha fatto sì che ognuno la reinterpretasse un po’ a modo suo, producendo una vastissima quantità di varianti di chimichurri.

Ogni appassionato di chimichurri, ogni griller così come diversi blog di cucina giureranno di avere in mano la ricetta vera e autentica, quella tradizionale e inimitabile.

Noi abbiamo deciso di rifarci ad una variante che risale al 1935 e proviene proprio dall’Uruguay.

 

Come preparare il chimichurri perfetto

chimichurri - ingredienti

chimichurri – ingredienti

In molte delle ricette che si trovano in giro non sono gli ingredienti ad essere sbagliati, ma i procedimenti: è essenziale seguire una procedura corretta affinché il chimichurri abbia non solo il giusto sapore ma anche l’appropriata consistenza.

Innanzitutto partiamo col primo, fondamentale consiglio: iniziare con piccole dosi degli ingredienti principali e dal sapore più forte come l’aglio, il sale e il peperoncino e poi aggiungerli gradualmente.

Il segreto è questo: iniziare con poco e aumentare man mano in modo da rendere la salsa più gradevole possibile per il palato di chi la gusterà.

Un’altra accortezza importante riguarda il procedimento meccanico di mixaggio: spesso si legge che per fare il chimichurri occorre utilizzare il robot da cucina per sminuzzare e amalgamare gli ingredienti ma in realtà questa è una salsa che dovrebbe restare poco densa e oleosa quindi frullare tutto potrebbe renderla troppo ristretta e non far sì che scivoli sulla carne insaporendola piano piano. Meglio affidarsi ad un buon coltello e olio di gomito.

Chimichurri: A Chimichurri Cookbook with Delicious Chimichurri Recipes
  • BookSumo Press
  • Editore: CreateSpace Independent Publishing Platform
  • Copertina flessibile: 102 pagine

Chimichurri: gli ingredienti

Dopo aver messo in chiaro questi primi, fondamentali, punti, veniamo agli ingredineti veri e propri. Secondo questa ricetta urguayana per preparare il Chimichurri occorrono:

  • mezza tazza di olio di oliva
  • 2 cucchiai di aceto di vino rosso
  • mezza tazza di prezzemolo tagliato fine
  • 3 o 4 spicchi di aglio sminuzzati o triturati
  • 2 peperoncini piccoli rossi senza semi e tritati (quindi, in totale, più o meno un cucchiaio di peperoncino)
  • ¾ di cucchiaino da thé di origano
  • 1 cucchiaino da thé di sale grosso
  • pepe a proprio gusto (circa mezzo cucchiaino)

 

Il procedimento è abbastanza semplice: lavate, sminuzzate e mescolate tutti gli ingredienti insieme in una insalatiera abbastanza grande e lasciateli riposare per 5 o 10 minuti affinché tutti gli odori e i sapori vengano assorbiti dall’olio, quindi assaggiate ed eventualmente regolate secondo il proprio gusto.

Il Chimichurri può essere preparato anche molto tempo prima di essere utilizzato e va tenuto al fresco, in frigorifero, per circa 24 ore.

Si può utilizzare come una marinata, oppure può essere aggiunto alla carne, che sia pollo o manzo, durante e dopo la cottura alla griglia. Io la trovo perfetta come salsa di accompagnamento a fine cottura.

 

Alcune raccomandazioni

È molto importante che il prezzemolo sia fresco e tritato finemente prima di essere aggiunto agli altri ingredienti. Si può fare a meno di dosarlo in modo preciso, di solito è sufficiente prenderne una manciata abbondante e, eventualmente, aggiungerne un po’ successivamente.

Ovviamente man mano che vi specializzerete in questa ricetta saprete anche dosare gli ingredienti a colpo d’occhio.

Attenzione all’aglio: se non lo amate particolarmente due spicchi saranno più che sufficienti. Anche questo va utilizzato preferibilmente fresco e non secco o liofilizzato.

Il peperoncino fresco può essere aggiunto o meno, a seconda dei gusti, si può anche sostituire con uno e due cucchiaini di peperoncino essiccato a scaglie.

L’aceto di vino rosso può essere sostituito, sempre secondo la sensibilità del palato, con del limone. Meglio evitare, invece, l’aceto balsamico o l’aceto di vino bianco che hanno un sapore che potrebbe sovrastare tutti gli altri.

Una delle cose che rendono straordinario il Chimichurri è che gli ingredienti possono davvero essere dosati a piacere quindi la cosa più importante, al di là di qualsiasi ricetta, è assaggiare sempre durante tutta la lavorazione, man mano che si aggiungono gli ingredienti.

 

Nonostante l’apparente semplicità della ricetta, infatti, il Chimichurri ha una grande complessità aromatica in grado di esaltare alla perfezione il sapore delle carni ma, proprio per questo, va lavorato con grande attenzione.

Esistono infinite varietà di Chimichurri, dalle più “soavi” alle più “forti”, adatti davvero per ogni palato, ora trova la tua e facci sapere come ti piace! 🙂

Chimichurri Passionebbq

Siamo giunti alla fine del post. Noi di Passionebbq.it aspettiamo i tuoi commenti e le tue riflessioni…!

In più, se l’articolo “Chimichurri: un nome, 1000 ricette!” ti è piaciuto, ti chiediamo un semplice +1 e una condivisione su Social Network!

Rimani aggiornato. E' gratis!
Ricevi le ricette, le guide e le promozioni esclusive di PassioneBBQ direttamente nella tua Email!
Rispettiamo la tua Privacy! Niente Spam, solo contenuti di valore!

Commenti

commenti

  Categories:
Vedi Tutti gli Articoli

About Article Author

Staff PassioneBBQ
Staff PassioneBBQ

Vedi Tutti gli Articoli