COME USARE UNA PADELLA IN GHISA PER IL TUO BARBECUE

COME USARE UNA PADELLA IN GHISA PER IL TUO BARBECUE
febbraio 09 12:44 2018 Stampa Questo Articolo

Diciamocelo: grigliare non è così semplice come lo fanno vedere nei film: si mette sul fuoco una
bistecca e si sta lì con una birra in mano senza far nulla.

Tra il preparare la carne, accendere il fuoco e fare attenzione che il livello di calore sia adeguato e omogeneo su
tutta l’area di cottura, grigliare sapientemente e correttamente una bistecca non è certamente un gioco da ragazzi.

Seppur possa sembrare una moda del momento, esistono degli utensili da cucina in grado di aiutare anche i grillers meno esperti a cucinare succulenti bistecche e verdure croccanti.

Tra tutti grande importanza ha assunto negli ultimi anni la padella in ghisa.

Cos’è la padella in ghisa

Questo particolare tipo di padella è composta da una lega di ferro e carbonio che la rende molto versatile in cucina dal momento che può essere utilizzata per la cottura in forno, su fornello a gas, su quello a induzione e anche sul barbecue.

padella in ghisaEssendo composte da una lega isolante, questo tipo di pentole aiutano ad esaltare il sapore dei vari alimenti, la caratteristica che le differenzia  insiste sulla capacità di accumulare e trattenere il calore diffondendolo successivamente in modo uniforme indipendentemente dal piano di cottura.

È possibile infatti spegnere in anticipo il fornello e terminare la cottura degli alimenti a fuoco spento.

Ciò la rende lo strumento ideale per quelle preparazioni che richiedono cotture lunghe come i brasati, le minestre, gli stufati e gli arrosti.

P.s. se ancora non lo hai fatto, leggi il nostro articolo sui 10 motivi per cui avere una padella in ghisa!

Quello che rende la ghisa così meravigliosa, quasi magica come materiale da cucina è il “condizionamento” denominata anche “stagionatura“.

Il condizionamento delle padelle in ghisa, ma vale per qualsiasi utensile da cucina in ghisa, consiste semplicemente in una lunga fase di cottura delle stesse dopo essere state spalmate di un grasso animale o semplicemente ricoperte da un velo di olio vegetale. Questa operazione è fondamentale per il buon utilizzo e la durata delle pentole.

LEGGI ANCHE  Smoker box per affumicare a gas

Col passare del tempo e delle cotture, più olio verrà utilizzato e più le pareti si impregneranno andando a costituire
una sorta di patina che donerà levigatezza alle pareti e la renderà naturalmente antiaderente.

Come effettuare il condizionamento delle padelle in ghisa

Se si utilizza una nuova pentola in ghisa o se occorre ripristinarne una vecchia, per stagionarla basterà ricoprire le superfici sia fuori che dentro con un leggero strato di olio di semi, il massimo sarebbe un olio di lino, quindi appoggiare la pentola capovolta in forno preriscaldato ad una temperatura compresa tra i 160 e i 200 °C (meglio stendere un po’di alluminio sul fondo del forno per raccogliere eventuali gocce) e lasciarlo cuocere per circa un’ora, quindi farla raffreddare completamente.

Come stagionare le padelle in ghisa

Come stagionare le padelle in ghisa

Tuttavia, ad oggi si preferisce acquistare modelli pre-stagionati in modo da poter utilizzare subito la propria padella.

Padella in ghisa & barbecue: binomio vincente

Le padelle in ghisa sono l’ideale per la cottura al barbecue grazie alla loro capacità di accumulare calore e di cederlo agli alimenti in modo uniforme, inoltre l’utilizzo di una padella sul bbq aiuterà a cucinare gli alimenti più piccoli come peperoni, pomodori, zucchine, striscioline di carne, gamberetti, etc, senza il timore che cadano tra gli spazi della griglia: inoltre, questi alimenti acquisiranno un delizioso aroma affumicato tipico della cottura alla griglia.

padella in ghisa sul fuoco vivoMa uno dei motivi principali per cui si dovrebbe adoperare la ghisa sul barbecue è la crosticina che si crea sugli alimenti, la cauterizzazione. La ghisa infatti favorisce la reazione di Maillard.

LEGGI ANCHE  Kit barbecue

Un’altro uso, forse poco diffuso, che si può fare delle padelle in ghisa è quello di utilizzarle come “smoker box” trasformando la griglia in un vero e proprio affumicatore: ti basterà mettere dei trucioli di legno in una padella in ghisa e adagiarla direttamente sul carbone; in questo modo la ghisa brucerà lentamente il legno, rendendo la tua
griglia un affumicatore economico ed efficace.

I modelli di padella in ghisa

Quando si vuol scegliere una padella in ghisa si deve fare particolarmente attenzione a preferire quelle con rivestimento smaltato con sostanze vetrose che hanno un fondo spesso.

Inoltre, esistono anche pentole con manici rivestiti di materiale isolante in modo da evitare scottature e di maneggiarle con facilità.

Ad oggi i modelli di pentole in ghisa più popolari sono quelli prodotti dalla nota casa Lodge Manufacturing. Si tratta di un’azienda americana famosa per essere stata la prima e l’unica, per molto tempo, produttrice di pentole in ghisa in America.

Padella lodge ghisa

@lodgemfg.com

Le padelle prodotte sono di qualità elevata rispetto ad altre marche estere in quanto lo smalto utilizzato è uno tra i migliori in commercio e anche il meno costoso.

Infatti, oltre alla semplice ghisa, Lodge ha anche una raffinata selezione di smalti, oltre ad alcuni articoli in acciaio al carbonio stagionato (che funzionano anche su induzione) e tutta una serie di set di utensili in acciaio inossidabile a cui si accompagnano piccoli accessori utili come le spazzole di pulizia per aiutarti ad eliminare eventuali residui di cibo.

Offerta
Lodge Bratpfanne Gusseisen 30cm m.GG
28 Recensioni
Lodge Bratpfanne Gusseisen 30cm m.GG
  • pré-assaisonné pesante padella in ghisa.
  • Ritenzione di calore superiore.
  • Due manici per sollevare dei carichi pesanti.
  • Dimensioni (l x p): 12 x 2 pollici.
  • Casseruola Heirloom per la cucina o il campeggio.

Tra gli oggetti Lodge più ricercati vi sono infatti: casseruole, coperchi, piastre per griglia, wok, tutto quello che serve per soddisfare le richieste di una clientela attenta alla qualità dei cibi e alla loro cottura.

LEGGI ANCHE  Come pulire il barbecue: gas e carbone

Per far sì che questo tipo di utensili durino nel tempo, si deve avere cura della loro pulizia e di conservarli in maniera adeguata.

Come pulire le padelle in ghisa

La pulizia rappresenta purtroppo uno dei pochi punti deboli degli utensili in ghisa dal momento che per pulire una padella o casseruola, si dovrà attendere che sia perfettamente raffreddata se si vuol evitare la rottura a causa dello shock termico.

Inoltre, dal momento che si tratta di un materiale poroso questo tende ad assorbire gli odori, il che non è proprio il massimo se avete cucinato del pesce: in questo caso sarà necessario far bollire un po’ d’acqua e aceto oppure utilizzare del bicarbonato di sodio.

Una volta lavata la pentola va asciugata accuratamente in forno o su un fornello a bassa temperatura e una volta asciutta, per proteggere al meglio lo strato di rivestimento è preferibile ungere la pentola con qualche goccia di gocce di olio d’oliva.

Le casseruole in ghisa vanno poi riposte in un luogo asciutto utilizzando della carta da cucina come separatore ed evitare di coprirle con il coperchio scongiurando così la formazione di umidità e quindi di muffe.

Mi raccomando: mai utilizzare detersivi e mai eseguire il lavaggio in lavastoviglie se non si vuol
dire addio troppo presto a quella che sono certo diventerà, la tua padella preferita!

Rimani aggiornato. E' gratis!
Ricevi le ricette, le guide e le promozioni esclusive di PassioneBBQ direttamente nella tua Email!
Rispettiamo la tua Privacy! Niente Spam, solo contenuti di valore!

Commenti

commenti

  Article "tagged" as:
  Categories:
Vedi Tutti gli Articoli

About Article Author

Staff PassioneBBQ
Staff PassioneBBQ

Vedi Tutti gli Articoli