Frutta alla griglia: come ti reinvento il dessert!

Frutta alla griglia: come ti reinvento il dessert!
giugno 13 19:21 2017 Stampa Questo Articolo

Stai organizzando una cena informale con gli amici e vuoi stupirli fino in fondo?
Che ne diresti di preparare anche un dessert a tema presentando della frutta alla griglia?

Forse potrà sembrarti strano, ma grigliare la frutta è un procedimento usato da molti chef e pasticceri perché in questo modo si riescono ad estrarre tutti i succhi e gli zuccheri della frutta, rendendola molto più sugosa, saporita e caramellata. Se poi sei una persona a cui piace sperimentare tra i fornelli pensa che la frutta grigliata non è buona solo come dessert, ma puoi addirittura usarla come contorno o condimento per alcune delle portate principali, specie insieme alla carne.

Non sei convinto? Seguimi, ti mostrerò quale frutta grigliare e qualche ricetta davvero sfiziosa!

Quale frutta grigliare?
mix frutta

La prima domanda che ti starai facendo è: ma quali tipi di frutta posso grigliare?
Forse ti sembrerà impossibile, ad esempio, cuocere sulla griglia delle ciliege o delle fragole, e invece non è così. Diciamo che, come assunto generale, ogni tipo di frutta può essere sottoposto a questo tipo di cottura: basta conoscere il procedimento corretto.

Al contrario i frutti che bisogna evitare di grigliare sono davvero pochi: si tratta dei frutti di bosco, che tendono a sfaldarsi; gli agrumi che non assumono nè un bell’aspetto nè un buon sapore, e la frutta sciroppata in scatola, eccezion fatta che per l’ananas (ben sgocciolato).

Offerta
Grigliate vegan style. 125 ricette alla fiamma ed ecosostenibili
7 Recensioni
Grigliate vegan style. 125 ricette alla fiamma ed ecosostenibili
  • John Schlimm
  • Editore: Sonda
  • Copertina flessibile: 240 pagine

Riguardo agli altri frutti, cambia solo il modo di tagliarli. Le pomacee, vale a dire mele e pere, di solito sono molto sode quindi si possono tagliare in fette o spicchi, di un certo spessore.
Frutti grandi e carnosi, come l’anguria o il melone, possono essere affettati a mò di bistecche. Le banane possono essere grigliate intere, con tutta la buccia che va poi rimossa in un secondo momento, oppure tagliate in rondelle infilate su uno spiedino. Fare degli spiedini di frutta, d’altro canto, è il modo più pratico per grigliarla.
Le drupacee, ovvero i frutti che hanno il nocciolo interno come pesche e albicocche, possono essere aperte a metà e messe a grigliare dal lato del taglio.

LEGGI ANCHE  Formaggio alla griglia: come prepararlo

Come grigliare la frutta

frutta alla griglia

credits @muslimeater.com

Entriamo nel vivo dell’argomento, vale a dire come grigliare la frutta.
Ti ho spiegato in che modo tagliare i vari frutti. Fatto questo, devi preparare la griglia pulendola per bene. Se in precedenza l’hai usata per cucinare carne o pesce, infatti, potrebbe passare il loro sapore alla frutta. E’ buona norma quindi farla scaldare al massimo e pulirla con cura utilizzando una spazzola per grill.

La frutta va cotta per pochissimi minuti, appena un paio per lato, giusto il tempo che si imprimano le classiche striature, le sempre scenografiche grill marks.
Facilissimo!
Se vuoi, questo è tutto quello che devi fare: ma se desideri davvero stupire i tuoi commensali ti suggeriamo anche qualche ricetta veloce e qualche trucco!

Ananas alla griglia: sì ma non il solito ananas con un po’ di zucchero e limone! Una ricetta semplice ma originale con i sapori intensi del sud america, scopri la nostra ricetta dell’ananas alla griglia con glassa alla’arancia

Insalata con pesche e formaggio: come dicevamo all’inizio, la frutta grigliata non è buona solo per i dolci ma anche per dei contorni. Ad esempio puoi realizzare un’originale insalata mettendo al suo interno delle fette di pesca grigliata e del formaggio greco di tipo feta a tocchetti. Poi condisci il tutto con olio, sale, ed un goccio di limone.

Bruschetta con fichi: i fichi grigliati sono una vera squisitezza; spalmati su una fetta di pane abbrustolito insieme ad un po’ di burro e miele sono assolutamente impareggiabili!

Infine un ultimo suggerimento: volendo, prima di grigliare la frutta puoi insaporirla con cannella o zucchero, specie se non è ancora del tutto matura, per darle un gusto più dolce e ghiotto. Le possibilità sono infinite: granelle, rhum, grand marnier, sciroppo d’acero…. spazio alla fantasia e alla sperimentazione!

LEGGI ANCHE  Minion method: setup e varianti

Allora ti ho convinto?

La prossima volta proverai a grigliare anche la frutta?

… e mi raccomado! se pubblichi le foto della tua frutta grigliata non dimenticare l’hashtag #passionebbq

 

Siamo giunti alla fine dell’ articolo. Noi di Passionebbq.it aspettiamo i tuoi commenti e le tue riflessioni nei commenti…!

In più, se l’articolo “Frutta alla griglia: come ti reinvento il dessert” ti è piaciuto, ti chiediamo un semplice +1 e una condivisionesu Social Network!

instagram-condivisione

La Newsletter di PassioneBBQ
Ricevi in anteprima le ricette, le guide e le promozioni su Barbecue e Accessori! Unisciti ai centinaia di Fan di PassioneBBQ
Rispettiamo la tua Privacy! Niente Spam, solo contenuti di valore!

Commenti

commenti

  Article "tagged" as:
  Categories: